Infezioni delle vie urinarie del cane: cistiti e calcoli

Le infezioni delle vie urinarie del cane sono tra le malattie con la maggior incidenza, specie nei cani di sesso femminile. Queste infezioni sono spesso batteriche: i batteri risalgono il condotto uretrale e intaccano i tessuti della vescica generando fastidio, sanguinamento e difficoltà ad urinare.

Cause delle infezioni alle vie urinarie del cane

Cane con disturbi alle vie urinarie

Le infezioni delle vie urinarie del cane possono colpire reni, vescica e uretra. Lo scopo dei reni e degli organi annessi è quello di purificare il sangue da tossine e scorie, trasportandole fuori dall’organismo tramite l’urina.

Nell’urina sono presenti tossine, scorie e batteri che devono essere eliminate tramite la minzione. Tecnicamente questo avviene perché, quando la vescica è piena, i muscoli si contraggono e il cane rilassa gli sfinteri uretrali per rilasciare l’urina.

Le infezioni batteriche più diffuse nel cane

Tra i batteri che colpiscono maggiormente la vescica del cane c’è l’Escherichia coli. Questi batteri si trovano nella zona anale del cane e, una maggior prolificazione, li porta a migrare e risalire il condotto uretrale. Nel cane maschio questo avviene con più difficoltà perché il pene è esterno e più lungo del condotto uretrale femminile.

I batteri vengono spinti nuovamente all’esterno con la minzione. Quando però il cane fa poca pipì, i batteri possono prolificare ed intaccare le pareti uretrali. Le infezioni più gravi possono intaccare ureteri e reni causando anche malattia renale. Nei cani maschi ad essere infettata può essere la prostata.

Le infezioni batteriche delle vie urinarie del cane sono:

  • CISTITE: quando ad essere colpita è la vescica
  • PROSTATITE: quando viene colpita la prostata
  • NEFRITE: infiammazione batterica a carico dei reni

Queste infezioni virali possono comparire separatamente o tutte in una volta a seconda del tempo di diagnosi o della potenza della carica batterica. I cani con immunodepressi possono avere maggior possibilità di contrarre infezioni, tra cui quelle delle vie urinarie.

L’apparato urinario, ed in particolare i reni, possono venire intaccati da batteri anche tramite il sistema circolatorio. I reni hanno il compito di filtrare il sangue e sono pertanto esposti a questo tipo di infezioni.

C’è uno stretto legame tra batteri di tartaro, placca e gengiviti e infezioni al tessuto cardiaco e ai reni.

Calcoli: stuvite e ossalato di calcio

I calcoli sono delle formazioni di calcio, nel caso dell’ossalato, o cristallino, nel caso della struvite. I calcoli sono estremamente dolorosi e possono essere pericolosi per la salute del cane.

A seconda del tipo di urina (la formazione dei calcoli è influenzata dal pH eccessivamente basico o troppo acido) il cane può manifestare struvite o ossalati. Possono essere facilmente trattati con la dissoluzione, ovvero con il ripristino (tramite l’alimentazione) del corretto pH urinario. Non bisogna MAI somministrare alimenti per cani con struvite a quelli a rischio ossalato e viceversa. La scelta dell’alimento dipende sempre dal consiglio veterinario che, in caso riscontri dei calcoli, procederà alle analisi ed alla scelta del cibo più indicato.

I sintomi della presenza di calcoli sono:

  • Dolore mentre il cane urina
  • Il cane si lecca sovente le zone intime
  • Il cane ha perdite di sangue quando urina
  • Il cane appare letargico, stanco e non vuole urinare

Se i calcoli non vengono curati possono generare una reazione a catena che comprende: indebolimento dei reni, intossicazione sanguigna, nefrite, malattia renale cronica.

Nei casi più gravi, il calcolo può bloccare le vie urinarie o il condotto tra reni e vescica.

Alimenti per cani con la struvite e infezioni batteriche

Farmina struvite cane

La migliore alimentazione per cani con struvite è quella veterinaria. Le formulazioni veterinarie per il trattamento delle struvite acquistano spesso il nome Urinary. Sono indicate anche per il trattamento delle cistiti.

Le crocchette per cani con struvite contengono solfato di calcio che mantiene il pH urinario acido e favorisce quindi la dissoluzione dei cristalli di struvite. Questi cibi secchi hanno sovente una bassa concentrazione di proteine (ma sempre di altissima qualità), calcio, fosforo e magnesio che rendono l’aggregazione dei cristalli più difficile e non sovraccaricano il lavoro dei reni. Come ad esempio le crocchette veterinarie Farmina Vet Life.

Crocchette Urinary Prolife

Le crocchette Prolife Urinary sono invece indicate per il trattamento, oltre che della struvite, anche delle infezioni batteriche a carico delle vie urinarie. La sua formulazione aiuta a contrastare la formazione dei batteri ureasi-produttori spesso causa di cistiti.

Alimentazione per cani con calcoli da ossalato di calcio

I calcoli da ossalato di calcio sono formazioni dense causate da un errato pH urinario (troppo acido). Sono spesso legati a malattia renale cronica o nefrite. E’ necessario scegliere un’alimentazione povera di proteine e che sostenga l’organismo in quanto il lavoro di filtraggio dei reni viene meno e rischia di intossicare gli organi (uroliti).

I bassi livelli di fosforo degli alimenti specifici come Trovet Oxalate & Renal, prevengono le distrofie renali e riducono il rischio di formazione di cristalli o calcoli di ossalato di calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *